Passa ai contenuti principali

Bonus casa, ok alla proroga. Per il risparmio energetico esteso al 65%

Ok del Consiglio dei ministri al Dl di recepimento della direttiva Ue sulla prestazione energetica in edilizia - Prorogati gli sgravi per ristrutturazioni, per il risparmio energetico gli sconti salgono al 65%

Ok del Consiglio dei ministri alla proroga dei bonus fiscali per le ristrutturazioni (50%) e gli interventi per il risparmio energetico.

Gli sconti fiscali sul risparmio energetico

Gli sgravi fiscali per le riqualificazioni tese all'efficientamento energetico lo sgravio passa dal 55 al 65%, con una doppia proroga: un anno per condomini e sei mesi per famiglie e privati cittadini.
 

La differente durata della proroga del bonus per l'efficientamento energetico degli edifici - ha spiegato il ministro per lo sviluppo, Flavio Zanonato, è legato alla possibilità di accedere ai finanziamenti del fondo Kyoto gestito da cassa depositi e prestiti, un fondo rotativo per il finanziamento delle misure di riduzione delle emissioni dei gas a effetto serra, finalizzate all'attuazione del protocollo di Kyoto. Ai finanziamenti agevolati è applicato un tasso di interesse dello 0,50%, a cui occorre aggiungere le commissioni applicate dalla banche convenzionata.

Commenti

Post popolari in questo blog

Il lavoratore autonomo può dedurre al 50% il vestiario

Una recente sentenza della Commissione Tributaria Prov. di Milano, la sentenza n. 6443/40/16, si è pronunciata a favore di una nota soubrette stabilendo nella fattispecie che sono deducibili al 50% dal reddito di lavoro autonomo i costi di acquisto degli abiti da lei utilizzati utilizzati nel corso delle trasmissioni televisive.
Visto l’argomento già molte volte oggetto di dibattito, tale decisione assume connotati di assoluta rilevanza poiché infatti la questione della deducibilità del vestiario “collegato” all’esercizio di una attività di lavoro autonomo è stata raramente oggetto della giurisprudenza e si presta facilmente a rilievi fiscali da parte dell’Amministrazione finanziaria. Le conclusioni raggiunte dalla Comm. Tributaria appaiono estendibili a tutti i produttori di reddito di lavoro autonomo (professionisti in primis), nonché agli agenti di commercio e ad altre figure comparabili.
Nel caso esaminato dai giudici, gli abiti utilizzati durante le trasmissioni televis…

730 e UNICO: Agopuntura, Chiroterapia, Fisiochinesiterapia/chinesiterapia, Massaggi, Massofisioterapia, Osteopata, Riflessologia e Tecarterapia

Agopuntura
È ammessa la detrazione delle spese sostenute per l’agopuntura purchè certificate da ricevuta fiscale o fattura rilasciata dal medico o dal ticket, se la prestazione è resa nell'ambito del Servizio Sanitario Nazionale. Si precisa che l'agopuntura – ricompresa tra le spese mediche generiche – può essere praticata in Italia solamente da medici laureati; pertanto, non è necessaria la prescrizione medica.

Chiroterapia
Le spese sostenute per prestazioni rese da un chiropratico possono essere portate in detrazione purchè prescritte da un medico ed eseguite in centri all’uopo autorizzati e sotto la responsabilità di uno specialista.
Ciò è dovuto al fatto che in Italia la figura del chiropratico non è riconosciuta e non è ancora stata attuata l’istituzione di un apposito albo.
Riferimento: Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 17 del 18 maggio 2006 (quesito 1).
Fisiochinesiterapia/chinesiterapia
Sono detraibili le spese sostenute per le prestazioni di fisiochinesiterapia, …

Associazione Culturale: costituzione e aspetti fiscali

Per costituire e aprire una associazione culturale è necessario seguire la normale procedura per costituire qualsiasi associazione:

- riunire almeno 3 soci fondatori, per coprire le prime cariche sociali, e determinare scopo e  la specifica attività dell'associazione
- redigere atto costitutivo e statuto dell'associazione, con i requisiti previsti dalla legge civile e fiscale (in merito leggi gli articolo sotto richiamati), necessari per costituire una associazione culturale.
- registrare l'associazione all'ufficio provinciale dell'agenzia delle entrate. In tale occasione l'associazione riceverà anche un proprio CF.
dal momento della registrazione l'associazione può iniziare la sua attività.
Il rispetto di questa procedura per aprire un'associazione culturale permetterà di godere delle agevolazioni fiscali previste per gli enti no profit e di tutelare i soci e il nome dell'associazione.
Creare una associazione culturale può essere quindi un'occasione …